Sondaggio IPSOS – italiani divisi sul Piano Vaccini, maggioranza relativa contraria al Condono, Conte leader nella Fiducia
Aprile 2, 2021
Sondaggi d’Europa – Aggiornamenti al 3 aprile
Aprile 3, 2021

IL GIRAMONDO – Elezioni parlamentari in Groenlandia

File:Flag of Greenland (bordered).svg - Wikimedia Commons | Greenland flag, Greenland, Flags of the world

Gli elettori della Groenlandia (ufficialmente nazione all’interno del Regno di Danimarca) sono chiamati il prossimo 6 Aprile al rinnovo dei 31 seggi dell’Inatsisartut, il parlamento unicamerale nazionale.

Le elezioni, previste per l’anno prossimo,  sono state anticipate dopo che nel novembre 2020 il primo ministro Kim Kielsen è stato sconfitto in un’elezione di leadership per il partito Siumut,  perdendo contro Erik Jensen. Tuttavia, Kielsen non si è dimesso dalla carica di Primo Ministro. La crescente rivalità tra i due e il disaccordo sulla gestione dell’affare della miniera di Kvanefjeld hanno portato i Democratici, partner minore di governo, a ritirarsi dalla coalizione tripartita, lasciando i due partiti principali, Siumut e Nunatta Qitornai con solo 12 dei 31 seggi nell’Inatsisartut . Kielsen non è riuscito a formare un nuovo governo di coalizione e quindi i deputati dell’Inatsisartut hanno votato per tenere elezioni anticipate. 

 

 

 

IL SISTEMA POLITICO-ELETTORALE

Official seal of Greenland

La Groenlandia è una democrazia rappresentativa parlamentare multipartitica. Il paese, ex colonia danese, ha un proprio governo autonomo dal 1979, pur restando un’area amministrativa della Danimarca. Il potere esecutivo è esercitato dal governo, mentre quello legislativo è ricoperto sia dal governo (tramite decreti legge) che dal parlamento. Il Potere giudiziario è indipendente dagli altri due poteri.

Il sovrano della Danimarca è anche capo di Stato della Groenlandia ed è rappresentato da un Alto Commissario di sua nomina. Il Primo ministro è eletto dal Parlamento. I deputati vengono eletti per un periodo di 4 anni, con sistema proporzionale, senza soglia di sbarramento, in 5 circoscrizioni plurinominali. Gli abitanti dell’isola hanno diritto a due seggi al Folketing, il parlamento danese.

La Groenlandia ha abbandonato l’Unione Europea nel 1985, diventando un “territorio speciale” della UE (come i possedimenti d’oltremare francesi), sotto sovranità di un paese membro ma non rappresentato nel parlamento europeo.

 

 

 

Nelle prossime pagine, la storia politica del paese, i risultati delle ultime elezioni,  i principali partiti politici e gli ultimi sondaggi.

Ti interessa questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

 

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Questo è un blog di giovani, che si occupano di statistica politica senza scopo di lucro. Ma anche gli hobby hanno dei costi. Se vi piace il blog e siete contenti del nostro servizio potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi permetterà a questo blog di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.