Elezioni Politiche – Sondaggio Index Research: il M5S cala leggermente e scende sotto il 24%, sostanzialmente stabili gli altri partiti
Gennaio 22, 2019
Sondaggio EMG – elezioni Europee: il M5S torna a crescere a danno della Lega, tra le opposizioni bene FI, male il PD
Gennaio 23, 2019

ll GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: il Calendario Elettorale del 2019

11) Belgio. Il paese va alle urne, dopo la rottura della coalizione di centrodestra che sosteneva il Primo Ministro Charles Michel, in un panorama politico sempre più frammentato. I sondaggi prevedono un calo per liberali, democristiani, socialisti e regionalisti fiamminghi di centrodestra. In aumento i verdi, il Partito dei Lavoratori (sinistra radicale) e la destra fiamminga del Vlaams Belang.  Con 13 partiti presenti nel prossimo parlamento, trovare una nuova maggioranza sarà una impresa molto difficile.

 

Flag of Switzerland12) Svizzera.  Non si prevedono grossi cambiamenti nel panorama politico svizzero per quanto riguarda i maggiori partiti. La destra  nazionalconservatrice dell’SVP/UDC dovrebbe rimanere nettamente  in testa, seguita dai socialisti  e dai liberali di centrodestra , staccati i democristiani  e i due partiti verdi (uno di sinistra e uno liberale).  Ultimamente l’SVP/UDC ha perso qualche colpo,soprattutto dopo il netto fallimento del referendum costituzionale contro i trattati internazionali da loro proposto.  I verdi, ultimamente molto agguerriti, potrebbero fare qualche passo in avanti.

 

Flag of Ukraine

13) Ucraina. Si vota per le elezioni parlamentari e presidenziali. In testa l’ex primo ministro Julia Timoshenko e il suo partito “Madrepatria” (conservatori europeisti)  seguita dal comico televisivo Volodymyr Zelensky, che ha fondato”Servi del Popolo” (anti-establishment). Tra i candidati maggiori il presidente uscente Poroshenko, che guida “Solidarietà” (conservatori europeisti), Yuriy Boyko di “Piattaforma di opposizione” (socialdemocratici filorussi) e Anatoliy Hrytsenko di “posizione civica” (liberalconservatori europeisti).

 

Risultati immagini per flag bordered israel

14) Israele. Benjamin Netanyahu punta ad un quinto mandato come primo ministro. il suo partito, il Likud (nazionalconservatori) dovrebbe restare di gran lunga il primo partito del paese.  Il Partito Laburista è dato in crollo nei sondaggi. In arrivo la “Nuova Destra” (nazionalisti) di Naftali Bennet e il “Partito della Resilienza” (centristi) formato dall’ex capo di stato maggiore dell’esercito Benny Gantz che potrebbe diventare il secondo partito del paese. Stabili Meretz (sinistra liberale), Yesh Atid (centristi) e la “Lista Unita” (arabi e comunisti).

 

Flag of Portugal

15) Portogallo. Il popolare primo ministro socialista Antonio Costa punta ad una riconferma. Il Partito Socialista è dato in rialzo nei sondaggi. Stabili i due partiti di sinistra, il Bloco de Esquerda e la Convergenza Democratica Unita, formata da comunisti e verdi. In calo il centrodestra, formato dal PSD (liberalconservatori) e dal CDS-PP (conservatori democristiani). Potrebbero entrare in parlamento anche gli animalisti del PAN e “Alleanza”, nuova formazione di centrodestra liberale.

 

Drapeau Grèce

16) Grecia. Il primo ministro Alexis Tsipras cerca una difficile riconferma. Il suo partito Syriza (sinistra socialista) è nettamente dietro nei sondaggi rispetto ai conservatori di Nuova Democrazia guidata da Kyriakos Mitsotakis, figlio dell’ex primo ministro Konstantinos. Stabili  l’estrema destra di Alba Dorata, i comunisti del KKE e Kinal, la nuova formazione socialdemocratica erede del Pasok. Fuori dal parlamento rimarrebbero i nazionalconservatori di Anel, alleati di Tsipras e i socialdemocratici di Potami, e l’Unione dei Centristi.

 

17) Danimarca. Il governo uscente di centrodestra del primo ministro Lars Rasmussen si regge con un solo voto di maggioranza e solo grazie all’appoggio esterno del Partito del Popolo Danese (destra nazionalista). I sondaggi danno in leggero vantaggio la coalizione di centrosinistra guidata dai socialdemocratici di Mette Frederiksen. In rialzo soprattutto l’allenza sinistra “rosso-verde”, mentre è in calo la destra nazionalista del Partito del Popolo così come i due partiti liberalconservatori, cioè il Partito Liberale e l’Alleanza Liberale.

 

Datei:Flag of Finland (bordered).svg18) Finlandia. Il primo ministro Juha Sipilä guida una instabile coalizione di centrodestra formata dal suo Partito di Centro (liberali), dai “Veri Finlandesi” (nazionalisti euroscettici) e dalla “Coalizione Nazionale” (conservatori). I sondaggi danno in calo i centristi e in netta caduta i “Veri Finlandesi”. Per quanto riguarda l’opposizione, avanzano il Partito Socialdemocratico, guidato da Antti Rinne, i Verdi e l’Alleanza di Sinistra.  Tra  i partiti minori stabili i democristiani e in calo il partio della minoranza svedese.

 

Bandera de Guatemala19) Guatemala. Elezioni presidenziali e parlamentari. Il presidente uscente Jimmy Morales (ex comico televisivo, attualmente indagato per corruzione) non si può candidare per un secondo mandato. I principali candidati alla sua successione sono Alejandro Giammattei (centrodestra), ex direttore carcerario , Zury Ríos (destra) figlia del defunto dittatore Efraín Ríos Montt e Sandra Torres (centrosinistra), moglie dell’ex presidente progressista Alvaro Colom.

 

Flag of Tunisia

20) Tunisia. Nel 2019 si vota sia per il Presidente che per il parlamento. Il governo attuale di “grande coalizione” è composto da Nidaa Tounes (centristi laici), da Ennahda (islamici moderati) e da esponenti socialdemocratici e liberaldemocratici. L’opposizione principale  è formata dalla sinistra socialista del Fronte Popolare e da altri raggruppamenti socialdemocratici e di sinistra. Per le presidenziali il presidente uscente Béji Caïd Essebs potrebbe essere sfidato dal primo ministro Youssef Chahed, suo compagno di partito.