Elezioni Politiche – Sondaggio Index Research: il M5S cala leggermente e scende sotto il 24%, sostanzialmente stabili gli altri partiti
Gennaio 22, 2019
Sondaggio EMG – elezioni Europee: il M5S torna a crescere a danno della Lega, tra le opposizioni bene FI, male il PD
Gennaio 23, 2019

ll GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: il Calendario Elettorale del 2019

Risultati immagini per flag bordered panam

21) Panama. Si sceglie il successore del presidente uscente Juan Carlos Varela del Partito Panamenista (populisti nazionalconservatori), che per legge non può candidarsi per un secondo mandato. A contendersi la presidenza il suo compagno di partito José Isabel Blandón, Laurentino Cortizo del Partito Democratico Rivoluzionario (populisti socialdemocratici) , Rómulo Roux di Cambio Democratico (populisti conservatori) e Saul Mendez del Fronte Ampio per la Democrazia (sinistra socialista).

 

  22) Bolivia. Evo Morales del Movimento al Socialismo (sinistra populista) si candida per un quarto mandato, vietato dalla costituzione ma autorizzato da una sentenza della corte suprema. Il suo principale sfidante è l’ex presidente Carlos Mesa, appoggiato dal Fronte Rivoluzionario della Sinistra (sinistra moderata), che potrebbe attirare i consensi degli altri partiti di opposizione in caso di ballottaggio.

 

 

Risultati immagini per flag bordered uruguay

23) Uruguay. La coalizione di sinistra del “Fronte Ampio” del presidente uscente Tabaré Vázquez (che non si può ricandidare) punta a tornare al governo per la quarta volta consecutiva. A contenderle il primato ci sono ancora una volta i nazionalconservatori del Partito Nazionale, mentre fuori dai giochi sembrano essere i liberali del Partito Colorado. Tra i partiti minori si segnala la destra populista del “Partito della Gente” e i socialdemocratici del “Partito Indipendente”.

 

24) Afghanistan. Il Presidente uscente Ashraf Ghani cerca un secondo mandato. A sfidarlo l’ex responsabile della sicurezza nazionale Mohammad Hanif Atmar, il quale si è detto pronto ad intavolare negoziati di pace con i Talebani, che controllano ancora vaste aree del paese.  Sia Ghani che Atmar fanno parte dell’etnia Pasthun, dominante nel paese e per vincere dovranno cercare l’appoggio dei leader delle principali minoranze etniche del paese, i Tagichi, gli Uzbechi e gli Hazara.

 

Flag of Libya

25) Libia. Se regge l’accordo tra il primo ministro del Governo di Accordo Nazionale Fayez Al-Sarraj e il capo dell’Esercito Nazionale Libico Khalifa Haftar, si dovrebbe votare per il nuovo parlamento e per l’elezione diretta del presidente. Tra  i possibili candidati presidente  lo stesso Khalifa Haftar, Saif al-Islam Qaddafi, figlio del defunto dittatore, e Aref Ali Nayed, ex-ambasciatore, teologo islamico, filantropo e uomo d’affari.

 

Risultati immagini per flag bordered el salvador  26) El Salvador. Nel piccolo paese centroamericano il 2019 potrebbe segnare la fine del bipartitismo tra la desta nazionalista di ARENA e la sinistra degli ex guerriglieri marxisti del FMLN che va avanti dalla fine della guerra civile degli anni ’80 . In netto vantaggio nei sondaggi per le elezioni presidenziali è infatti Nayib Bukele, giovane populista di sinistra di origine palestinese, ex sindaco di San Salvador eletto con il FMLN, adesso appoggiato nelle sua campagna presidenziale dalla coalizione di centrodestra GANA.

 

Flag of Senegal27) Senegal. In una delle democrazie più stabili dell’Africa, il presidente uscente Macky Sall a capo dell’Alleanza per la Repubblica (liberali) cerca un secondo mandato. I più popolari leader dell’opposizione, Khalifa Sall, ex sindaco di Dakar e Karim Wade, figlio dell’ex presidente Abdoulaye Wade non si possono candidare per trascorsi giudiziari. In pista rimangono l’ex primo ministro di Wade  Idrissa Seck e Ousmane Sonko, popolare presso l’elettorato giovanile per le sue battaglie in parlamento contro la corruzione dei politici.

 

Risultati immagini per estonia flag

28) Estonia. Il primo ministro Juri Rates guida una coalizione centrista formata dal suo Partito di Centro (liberali), dai socialdemocratici e da Pro Patria (conservatori). I sondaggi danno in calo i socialdemocratici e in netta caduta Pro Patria, il che farebbe perdere al governo la maggioranza in parlamento. Per quanto riguarda l’opposizione, in calo il Partito Riformista (liberali), crollo del “Partito Libero” (liberalconservatori), mentre avanza il Partito Conservatore (destra euroscettica)  e dovrebbe entrare in parlamento “Estonia 200” (liberali).

 

Flag of Mozambique

29) Mozambico. Il Presidente uscente Filipe Nyusi del FRELIMO (sinistra autoritaria) dovrebbe essere riconfermato per un secondo mandato. Il FRELIMO governa il paese dall’indipendenza del Portogallo nel 1975. L’opposizione è stata indebilita dalla morta nel 2018 di Alfonso Dhlakama, leader storico dell’opposizione della RENAMO (nazionalconservatori) , e capo della guerriglia anticomunista durante la guerra civile (1977-1992). 

 

Flag of Moldova

30) Moldavia. Guai in vista per la coalizione di governo filoeuropeista guidata dal Partito Democratico (socialdemocratici).  Il Partito dei Socialisti (sinistra populista filorussa) è  nettamente in testa ai sondaggi Crollano il Partito Comunista, il Partito Liberale el Partito Liberaldemocratico (liberalconservatore). Arrivano in parlamento due nuovi partiti di centrodestra filoeuropeisti: “Azione e solidarietà” e “Dignità e Verità”.