Sondaggio Ipsos – Il Conte Bis parte male. Solo il 41% degli elettori lo gradisce
Settembre 8, 2019
Sondaggi d’America – Giovedì il terzo dibattito. Stabile Biden, guadagnano terreno Sanders e Warren, netto calo di Harris.
Settembre 9, 2019

IL GIRAMONDO – Elezioni presidenziali in Tunisia – La fragile democrazia araba svolta a destra.

Gli sviluppi politici recenti

 

Risultati delle elezioni parlamentari del 2014

 

 

Risultati delle elezioni presidenziali del 2014

Le elezioni politiche videro un arretramento per il Movimento Ennahda  e la vittoria di Nidaa Toures, un nuovo partito moderato formato in gran parte da esponenti di secondo piano della classe dirigente del vecchio regime. Il Movimento Ennahda decise di non presentare propri candidati alle elezioni presidenziali, che furono vinte da Beji Caid Essebsi, che era stato ministro ai tempi di Bourguiba.  Successivamente fu formato un governo di centrodestra di larga coalizione, guidato da Habib Essid, comprendente Niidaa Toures, il Movimento Ennahda, la Libera Unione Patriottica e Afek Tounes, lasciando all’opposizione tutti i partiti di sinistra e centrosinistra. Il paese nel frattempo era colpito da una nuova crisi economica,  causata in parte dal crollo del settore turistico, dopo che tre sanguinosi attentati (due dei quali contro gruppi di turisti) avevano provocato oltre 70 morti. Nel 2016 Habib Essid fu sfiduciato dal parlamento e gli successe Youssef Chahed, rimasto in carica fino ad oggi, che ha attuato drastiche misure di austerità per rimettere in sesto le finanze del paese. 

Le elezioni presidenziali erano inizialmente previste per il 17 Novembre di quest’anno, dopo le elezioni politiche del 6 Ottobre. Tuttavia la morte improvvisa di Beji Caid Essebsi  il 25 Luglio scorso, le ha fatte anticipare al 15 Settembre.  Nel frattempo il panorama politico è drasticamente cambiato, con la discesa in campo di nuovi partiti e nuovi leader politici.  Alle elezioni si presenteranno ben 26 candidati, solo una dozzina dei quali probabilmente raggiungeranno risultati superiori all’1% dei voti.

 

Nella prossima pagina, i principali candidati alla presidenza, infine i sondaggi elettorali.

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!