IL MAPPAMONDO – Moldavia, socialisti filo – Putin primi (di poco) senza maggioranza, europeisti tengono botta
Febbraio 27, 2019
Sondaggio Quorum/Youtrend – Europee ed azione di governo: M5S sempre più giù, italiani bocciano autonomia ed Esecutivo
Febbraio 28, 2019

Osservatorio sull’Europa – Elezioni Europee, i seggi al 27/2: da gennaio crollo PPE, boom ALDE a Quota 100. Esplosione Nuovi Partiti, chi avvantaggerà?

I trend mensili

Esaminiamo oggi i trend da gennaio; dopo un mese di proiezioni, iniziano a vedersi tendenze maggiormente consolidate rispetto a quelle settimanali, assai aleatorie e soggette a ribaltoni di volta in volta.

Dopo un anno di stabilità, il PPE sembra aver imboccato da gennaio una strada discendente. Al momento ciò non mette a rischio la prima piazza, ma se il trend si accentuasse, scatterebbe l’allarme rosso in casa Popolare.

Altalenante e di difficile interpretazione il grafico di S&D, con continui su e giù. Si può però vedere come i Socialisti siano sempre rimasti sopra i minimi di dicembre 2018; un trend se non altro non in discesa dopo 5 anni di continui cali. Da notare, come vedremo nelle prossime pagine, che ad S&D “mancano” quasi certamente diversi seggi polacchi (tra i 3 ed i 10). In tal caso, i Socialdemocratici europei balzerebbero ai massimi dallo scorporo degli EP inglesi.

Chi invece ha una tendenza inequivocabilmente positiva è l’ALDE; i Liberali toccano per la prima volta Quota 100 e, lungi dall’andare in pensione, appaiono il Gruppo Politico di gran lunga in forma migliore nel medio periodo.

I due gruppi Conservatori e Sovranisti, ECR ed ENF, mostrano invece una tendenza stazionaria, al netto delle acquisizioni di nuovi partiti (fine 2018 per ECR, 2019 per ENF). La Famiglia Populista di EFDD è invece quella con il trend più preoccupante, dato che è chiaramente in discesa non solo nel breve-medio periodo, ma ormai da molti mesi.

Situazione difficile anche per GUE/NGL, mentre i Verdi mostrano un andamento piatto nel 2019 che nasconde l’espunzione dei Pirati cechi; con essi, gli Ecologisti sarebbero in lieve ma evidente ascesa.

Nettissima infine l’impennata dei Nuovi, che andremo ad esaminare nella prossima pagina.

La ricerca di novità politica

Quello che sembra emergere dai trend è una generale voglia di novità nell’elettorato europeo. Vengono infatti abbandonati i partiti tradizionali (EPP, S&D fino a fine 2018, GUE/NGL) a favore di formazioni “giovani” e percepite come più allineate alle dinamiche sociali contemporanee. Se ciò tra 2014 e 2018 ha favorito principalmente le novità populiste e sovraniste, negli ultimi mesi tali forze appaiono stabili, mentre la “voglia di nuovo” si riversa su formazioni Liberali o, in misura minore, Verdi (come vedremo nell’analisi dei Nuovi); una sorta di di modalib-green” che prevale in questo inizio di 2019. Le tendenze tra gli schieramenti Europeista e Sovranista saranno invece esaminate a pagina 4.

Grafico dei trend dell’ultimo anno. I valori sono riportati con la data di ieri in quanto oggi, 27/2, non vi sono state ulteriori variazioni.

Nota tecnica sui grafici

Si noti come Pollofpolls aggiorna i grafici mano a mano che gli arrivano i sondaggi, immettendo a sistema le nuove rilevazioni con la data di pubblicazione effettiva e non con quella di inserimento: è quindi possibile che i dati dei giorni precedenti si modifichino mano a mano che vengono aggiunti nel modello di simulazione nuovi sondaggi. Da qui l’apparente incongruenza tra i dati di mercoledì scorso o antecedenti ed il grafico sotto, che per lo stesso giorno riporta numeri lievemente diversi da quelli che trovate nei nostri post precedenti.

Nella prossima pagina l’analisi dettagliata dei nuovi partiti; nelle successive le novità in vista, il conteggio dei fronti Sovranista ed Europeista, le possibili coalizioni e le novità in vista!

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link