Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: Spagna e Portogallo, il paradiso della Sinistra
Maggio 22, 2019
Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: Gran Bretagna, Olanda e Irlanda. Farage risorge e vola, caos UK.
Maggio 23, 2019

IL GIRAMONDO – Elezioni in Belgio: un paese sempre più ingovernabile?

20140213 - BRUSSELS, BELGIUM: Illustration picture taken during during a plenary session of the Chamber at the federal parliament, in Brussels, Thursday 13 February 2014. Today is the vote on the law proposal for the extension of euthanasia rights for children. The law was voted with 88 in favor (PS, sp, MR, Open Vld, Ecolo Groen nd N-VA) and 44 against (mainly CD&V and cdH), a different majority. BELGA PHOTO BENOIT DOPPAGNE

I PARTITI POLITICI

Sono 33 i partiti politici che si presentano a queste elezioni. Secondo i sondaggi 13 di essi saranno probabilmente rappresentati in parlamento, rendendo, come spesso è accaduto in passato, estremamente lunga e complicate le trattative per la formazione di un nuovo governo nazionale. 

 

Nieuw-Vlaamse Alliantie

N-VA

La Nuova Alleanza Fiamminga (in olandese: Nieuw-Vlaamse Alliantie, N-VA)  è un partito conservatore separatista fiammingo, fondato nel 2001. Attualmente è il più grande partito rappresentato nel parlamento federale. L’N-VA fa parte dell’European Free Alliance (EFA), tuttavia dopo le elezioni europee del 2014 ha aderito al gruppo dei Conservatori e Riformisti (ECR).
L’N-Va è economicamente liberista, a favore di una drastica riduzione delle tasse. Per quanto riguarda i rapporti con l’Europa sono leggermente euroscettici e si definiscono “eurocritici”. Si dicono sensibili alle questioni ambientali e favorevoli allo sviluppo dell’uso delle energie rinnovabili.

La N-VA nacque da una scissione dell’ala destra dell’Unione Popolare (in olandese: Volksunie, VU), che era stato in passato il tradizionale partito di riferimento dei regionalisti fiamminghi.

Nelle elezioni del 2003 il partito ottenne un solo seggio nel parlamento federale.  Nel 2007 ottenne 5 seggi all’interno di una coalizione elettorale con il partito Cristiano-Sociale Fiammingo. Il partito ebbe tuttavia un successo elettorale crescente negli anni successivi, a causa delle crescenti spinte secessioniste da parte dell’elettorato fiammingo, ottenendo 27 seggi nel 2010. Alle elezioni del 2014, con 33 seggi su 150, la N-Va divenne il più grande partito del Belgio.

A seguito della sua vittoria elettorale il partito entrò a far parte del governo di centrodestra guidato dal liberale Charles Michel.  Nel dicembre del 2018 ha lasciato il governo dopo essersi opposto alla firma del Global Compact for Migration.

 

Parti Socialiste

Belgian (Wallonia) Socialist Party logo.png

 

Il Partito Socialista (in francese: Parti socialiste, PS) è un partito socialdemocratico francofono, attualmente il più grande partito francofono e il secondo a livello nazionale. Il PS è membro dell’Internazionale Socialista, dell’Alleanza Progressista e fa parte del gruppo Socialista e Democratico al Parlamento Europeo.

Il Partito Socialista fu fondato nel 1978 dalla spaccatura nel 1978 del Partito socialista belga in un’ala fiamminga, il Socialistische Partij (SP, ora Socialistische Partij Anders) e un’ala francofona.

Il partito ha partecipato in quasi tutte le coalizioni di governo degli ultimi 40 anni a livello federale, ad eccezione dei governi di centrodestra di Wilfried Martens (1981-1988) e quello attuale di Charles Michel. A livello regionale è sempre stato al governo sia nel parlamento regionale vallone che in quello di Bruxelles.

Il PS è stato alla guida del governo nazionale solo dal 2011 a 2014 con il suo leader Elio Di Rupo, il primo capo di governo della UE (e il secondo al mondo dopo l’islandese  Jóhanna Sigurðardóttir) dichiaratamente omosessuale.

L’ideologia del partito è economicamente socialdemocratica (ma aperta al libero mercato) e fortemente liberale dal punto di vista sociale.

Ecolo

Ecolo Logo.svg

Ecolo è un partito politico francofono  di centrosinistra ambientalista e progressista,  membro dei Verdi Europei, che si richiama alla cosiddetta ecologia sociale, fondato nel 1980.

Il nome Ecolo è acronimo di Écologistes Confédérés pour l’organisation de luttes originales , oltre ad essere un abbreviazione di écologes, (ecologisti in francese). Il partito è attivo in Vallonia, nella regione di Bruxelles-Capitale e nella Comunità tedesca del Belgio.

Ecolo è stato nel 1981 il primo partito ambientalista ad entrare in un parlamento nazionale con due deputati. E’ successivamente cresciuto di popolarità fino ad arrivare al 7,4% dei voti e 11 deputati nelle elezioni del 1999.  In quello stesso anno entrò a far parte della coalizione di governo di centro-sinistra guidata dal liberale Guy Verhofstadt, dove restò fino al 2003. Negli anni successivi il partito è rimasto all’opposizione.  Attualmente il partito ha 6 deputati nel parlamento federale.

 

 

Christen-Democratisch en Vlaams

CD&V Party logo

I Cristiano-Democratici e Fiamminghi (in olandese: Christen-Democratisch en Vlaams, CD & V) è un partito politico fiammingo cristiano-democratico, membro del Partito Popolare Europeo e dell’Internazionale Democratica Centrista. Fino al 2001, il partito si chiamava Partito Popolare Cristiano (Christelijke Volkspartij, CVP).

Il partito è stato fin dalla sua fondazione  il più grande partito politico delle Fiandre, fino a quando non fu stato superato dalla New Flemish Alliance (N-VA) alle elezioni del 2010. La maggior parte dei primi ministri del Belgio sono appartenuti di al CD&V.  

La radici del CD&V risalgono ai movimenti politici cattolici del 19° secolo.  Negli anni tra le due guerre fu formato il Blocco Cattolico al quale successe dal 1945 al 1968 il  Partito Cristiano Sociale (PSC-CVP). Nel 1968, il PSC-CVP fu diviso nel Partito sociale cristiano di lingua francese (PSC, poi, CDH) e Partito popolare fiammingo cristiano ( Christelijke Volkspartij CVP). Nel 2001 il CVP ha cambiato il suo nome in CD & V.

Il partito è stato quasi sempre al potere fin dalla sua fondazione ad eccezione del periodo tra il 1999 e il 2007, durante i governi di Guy Verhofstadt di coalizione tra liberali e socialisti. Nel 2007 il CD&V si presentò in coalizione con  la N-VA e riuscì a tornare alla guida del governo fino al 2011. In seguito ha fatto parte delle successive coalizioni di governo.

Idelogicamente il partito si definisce cristiano-sociale di centro, anche se economicamente è spostato più a destra del CDH,  il suo corrispettivo francofono.