Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: Spagna e Portogallo, il paradiso della Sinistra
Maggio 22, 2019
Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: Gran Bretagna, Olanda e Irlanda. Farage risorge e vola, caos UK.
Maggio 23, 2019

IL GIRAMONDO – Elezioni in Belgio: un paese sempre più ingovernabile?

20140213 - BRUSSELS, BELGIUM: Illustration picture taken during during a plenary session of the Chamber at the federal parliament, in Brussels, Thursday 13 February 2014. Today is the vote on the law proposal for the extension of euthanasia rights for children. The law was voted with 88 in favor (PS, sp, MR, Open Vld, Ecolo Groen nd N-VA) and 44 against (mainly CD&V and cdH), a different majority. BELGA PHOTO BENOIT DOPPAGNE

Mouvement Réformateur

Logo of the Mouvement Réformateur.png

Il movimento riformista (francese: Mouvement Réformateur, MR) è un partito politico liberale di centrodestra francofono, guidato da Charles Michel, attuale primo ministro del Belgio. 

Il MR è stato fondato nel 2002 da l’unione del partito liberale riformatore (PRL), il maggior partito liberale francono, con altri due piccoli partiti liberali francofoni e uno fiammingo.  Il partito ha sempre ottenuto intorno al 10% dei voti a livello nazionale ed è stato uno dei due principali partiti della Vallonia, assieme al Partito Socialista. Ha fatto parte di tutti i governi di coalizione, di centrodestra o centrosinistra, che si sono susseguiti in Belgio dal 2002 ad oggi, ottenendo la presidenza del consiglio con Charles Michel nel 2014, quest’ultimo figlio di Louis Michel, il fondatore del partito.

Sebbene l’ideologia originale del MR sia centralizzata sul liberalismo economico, il partito ha negli ultimi anni promosso il liberalismo sociale sotto l’influenza di Dirk Verhofstadt, il cui fratello Guy Verhofstadt guida la controparte fiamminga del MR, l’Open VLD . 

 

Groen

Groen logo.png

Groen (fondato nel 1981 col nome di Agalev) è un partito politico ecologista fiammingo, membro del Partito Verde Europeo. Il suo equivalente di lingua francese è Ecolo, con il quale mantiene stretti rapporti politici.

Il nome originario del partito, Agalev, significava Anders Gaan Leven (“vivere in un modo diverso”) in riferimento alla propria ideologia politica che proponeva stili di vita alternativi più sostenibili, combinando il cattolicesimo progressista con l’ambientalismo.

Nelle elezioni del 1981 il partito ottenne il 2,3% dei voti e due seggi alla Camera, restando all’opposizione.  Il consenso elettorale del partito crebbe negli anni successivi fino ad arrivare al 7% nazionale e 9 seggi alle elezioni del 1999.

Il successo elettorale portò Agalev a fare parte del governo di centrosinistra guidato da Guy Verhofstadt,  dove rimase fino al 2003,ottenendo il ministere dell’ambiente e quello della cooperazione e sviluppo.

Le elezioni del 2003 videro un crollo dei consensi per Agalev, che scese al 2,5% dei voti perdendo la propria rappresentanza parlamentare. Il partito fu quindi rifondato, modificando il proprio nome in Groen!  (“Verdi!”). Il nuovo partito riuscì a tornare in parlamento nel 2007 con 4 deputati.  Nel 2011 Groen! entro’ a far parte del governo di centrosinistra guidato da Elio di Rupo. Nel 2012 il nome cambiò da Groen! a Groen, togliendo il punto esclamativo.  Dopo le elezioni del 2014,  il partito tornò all’opposizione.

I valori fondamentali del partito sono ecologia, pace e democrazia partecipativa. successivamente anche gli ideali di diversità e giustizia sociale hanno assunto un ruolo di primo piano, a cui si è poi aggiunto il concetto di qualità della vita.

 

 

Open Vlaamse Liberalen en Democraten

VLD Party logo

I Liberali e Democratici Fiamminghi – Aperto (in olandese: Open Vlaamse Liberalen en Democraten) è un partito politico fiammingo liberale di centrodestra, fondato nel 1992,  è membro dell’Alleanza dei Liberali e Democratici Europei (ALDE).

Il partito ha le sue origini nello storico Partito Liberale Belga (creato nel 1846), il partito più’ antico del Belgio. Nel 1972 il partito fu diviso tra la sua componente fiamminga, che formò il Partito per la Libertà e il Progresso (Partij voor Vrijheid en Vooruitgangè, PVV) e la sua parte francofono, che divenne il Partito Riformista Liberale (Parti Réformateur Libéral, PRL). Il PVV fu nel decennio successivo per la maggior parte del tempo all’opposizione nel parlamento nazionale Nel 1982, il giovane riformatore Guy Verhofstadt, divenne presidente del partito e portò il partito a far parte della coalizione di centrodestra guidato da  Wilfred Martens fino al 1988. 

Nel 1992,  Verhofstadt decise di rifondare il partito, fondendo il PVV assieme ad altri gruppi politici fiamminghi e creando il VLD.  Nel 1999 il VLD divenne, con il 14,3% dei voti a livello federale, il primo partito del paese e Verhofstadt divenne primo ministro a capo di una coalizione di centrosinistra comprendente liberali, socialisti e verdi. Nel 2003 il VLD raggiunse il suo miglior risultato storico con il 15,4% dei voti. Nel 2007 il VLD si fuse con due partiti liberali minori, modificando il proprio nome in Open-VLD.  

Nelle elezioni del 2007 il partito ebbe un significativo calo elettorale e Verhofstadt fu costretto a dimettersi. Open-VLD entrò comunque a far parte del governo di coalizione di centrodestra, seppur in posizione minoritaria. Nel 2011 Open VLD andò a far parte del governo di centrosinistra di Elio Di Rupo. Dopo le elezioni del 2014 è entrato nel governo di centrodestra di Charles Michel.

Dal punto di vista ideologico il partito era in origine fortemente liberista. Sotto la guida di Guy Verhofstadt,  il VLD divenne rapidamente più centrista,  in parte sotto l’influenza del pensiero politico di Dirk Verhofstadt, fratello di Guy,  impegnandosi in politiche socialmente liberali e progressiste e diventando nettamente filoeuropeista. Recentemente, a causa della concorrenza di altre formazioni di centrodestra fiamminga,  l’Open-Vld ha intrapreso di nuovo un corso socioeconomico più a destra.

.

Socialistische Partij Anders

Socialistische Partij Anders (logo).png

Il Partito Socialista – Differente (in olandere Socialistische Partij Anders,  sp.a) è un partito politico socialdemocratico fiammingo, membro dell’Alleanza Progressista. Il partito ha le sue radici nello storico Partito Socialista Belga, che nel 1978 fu diviso tra la sua parte fiamminga (il Socialistische Partij, SP)  e quella francofona (Parti Socialiste, PS). 

Negli anni ’80 il SP è stato uno dei principali partiti del paese. Dal 1978 al 2007 ha partecipato alla maggior parte dei governi nazionali di coalizione, con l’eccezione del periodo dei governi di centrodestra di Wilfried Martens (1981-1998).

Nel 2003 il partito cambiò il nome in sp.a e si presentò alle elezioni in alleanza con il partito “Spirit”, partito liberale regionalista fiammingo nato dalla scissione dell’Unione Popolare.  La lista unita in quelle elezioni ottenne il14,9% dei voti nazionali, arrivando in seconda posizione dopo i liberali fiamminghi.

Nel 2007 il partito ebbe un significativo calo elettorale e andò all’opposizione. Nel 2009 Spirit abbandonò l’allenza e si fuse con il partito dei verdi fiamminghi.  Nel 2011 il partito entrò nel governo di centrosinistra guidato dal socialista Elio Di Rupo, per poi passare di nuovo all’opposizione dopo le elezioni del 2014.

Dal punto di vista ideologico il partito ha una politica economica tendenzialmente più a sinistra del suo corrispettivo francofono.