Elezioni Politiche – Sondaggio Tecnè: continua il calo del M5S, la Lega torna vicina al 32%. Stabile il PD
Dicembre 4, 2018
Elezioni Politiche – Sondaggio Index Research: continua la cavalcata della Lega a scapito del M5S ormai al 25%, in calo il PD
Dicembre 5, 2018

IL GIRAMONDO – Elezioni parlamentari in Armenia. Dal “cortile di casa” di Putin qualcuno guarda all’Europa.

ARMENIA PROSPEROSA

Armenia Prosperosa” (BHK), è un partito conservatore filorusso, membro dell’Alleanza dei Conservatori e Riformisti Europei (ACRE), fondato dall’uomo d’affari Gagik Tsarukyan nel 2004.

A causa degli stretti legami tra Tsarukyan e l’ex Presidente Robert Kocharyan, si ritiene che quest’ultimo sia stato coinvolto nella gestione del partito.

Il partito ha la sua base elettorale nella popolazione rurale, più vicina alla sua ideologia socialmente conservatrice

Ha debuttato nelle elezioni parlamentari armene del 2007, vincendo 18 seggi e il 14,7% dei voti, diventando così il secondo più grande partito politico in parlamento dopo il Partito Repubblicano. Nelle elezioni parlamentari armene del 2012, ha più che raddoppiato la sua quota di voti al 30,1%, vincendo 37 seggi e consolidando la sua posizione di principale partito di opposizione.

Il Partito sostiene attivamente lo sviluppo e il rafforzamento delle relazioni con la Russia.

 

FEDERAZIONE RIVOLUZIONARIA ARMENA

La Federazione Rivoluzionaria Armena, conosciuta anche come Dashnak o con la sigla HHD, è il più vecchio partito politico del paese. Fondato nel 1890 da gruppi marxisti, anarchici e populisti, è un partito nazionalista di sinistra d’ispirazione socialista, membro dell’Internazionale Socialista e membro osservatore del Partito Socialista Europeo.

Il Dashnak è il partito politico più presente all’interno della diaspora armena, in più di 20 paesi. Rispetto ad altri partiti armeni, l’ARF è il più politicamente orientato e tradizionalmente uno dei più fedeli sostenitori del nazionalismo armeno.  Il partito fa campagne per il riconoscimento del genocidio armeno e il diritto al risarcimento. Sostiene inoltre la creazione di una Armenia unita, parzialmente basata sul trattato di Sevres del 1920.

Il Dashnak fu il principale partito armeno durante la breve esperienza (1917-1921) della Repubblica Democratica di Armenia. Nel 1918 HHD formò il primo governo indipendente del paese. Alle elezioni del 1919 HHD ottenne quasi il 90% dei consensi. Nel 1920, Mustafa Kemal Atatürk batté l’esercito armeno. Priva del sostegno dei paesi occidentali l’Armenia fu facilmente occupata dai Sovietici nel 1921. HHD venne così bandito dalla vita politica.

Dopo l’indipendenza armena (1990), HHD divenne una delle principali forze di opposizione al Movimento Nazionale Panarmeno di Levon Ter-Petrossian. Nel 1994 Ter-Petrossian bandì HHD dal Parlamento, accusandolo di essere un’organizzazione terrorista e facendone arrestare i leader. Il bando a HHD venne tolto solo nel 1998 con la presidenza di Robert Kocharian

Nelle elezionidel 1999, HHD conquistò l’8% dei voti ed elesse 8 deputati, ponendosi all’opposizione del governo di centrodestra. Nelle elezioni del 2003  incrementò i propri voti, ottenendo l’11,4% dei consensi, entrando così a far parte del governo insieme al Partito Repubblicano e a “Governo della Legge”. Alle elezioni del 2007, HHD ottenne il 13,6% ma passò all’opposizione.

L’ARF è rientrato al governo con il Partito Repubblicano nel febbraio 2016, per poi ritirare la propria delegazione nella primavera di quest’anno a seguito delle rivolte contro il regime di  Sargsyan

ALLEANZA “NOI”

L’alleanza “Noi” è stata costituita in vista di queste elezioni e comprende due partiti liberali centristi fortemente europeisti: i “Liberi Democratici” e “Hanrapetutyun”.

I “Liberi Democratici” sono un piccolo partito fondato nel 2011. Nelle elezioni del 2017 ottennero solo lo 0.9% dei voti e nessun seggio.

“Hanrapetutyun” (letteralmente “Repubblica”)  è stato fondato nel 2001 da una scissione del Partito Repubblicano. Nelle elezioni del 2003 riuscì a conquistare un seggio mentre nel 2007 rimase fuori dal parlamento con l’1,7% dei voti.

Partecipò alle elezioni del 2017 all’interno dell’Alleanza liberale “Uscita”, insieme a “Contratto Civile e “Armenia Luminosa”.

Dopo la Rivoluzione di velluto del 2018 e la nomina come Primo Ministro di Nikol Pashinyan, leader di Contratto Civile, l’Alleanza si è sciolta e quindi Hanrapetutyun ha formato la nuova alleanza “Noi” insieme ai “Liberi Democratici”.

 

ARMENIA LUMINOSA

Armenia Luminosa è un piccolo partito liberale europeista fondato nel 2015. Nel 2017 si è presentato alle elezioni all’interno dell’alleanza “Uscita”. In queste elezioni si presenta per la prima volta con il proprio simbolo.

Il suo programma prevede una netto rafforzamento della cooperazione con l’Unione Europea.

 

Orinats YERkiR

Orinats Yerkir (letteralmente tradotto come “Governo della Legge”, in precedenza “Rinascimento Armena) è un partito liberalconservatore fondato nel 1988, associato al PPE.

Il partito è entrato per la prima volta in parlamento nel 1999 e ha ottenuto il suo miglior risultato nel 2003 con il 12,9% dei voti. Nello stesso anno entrò in una coalizione di governo con il Partito Repubblicano e la Federazione Rivoluzionaria Armena.

Nel 2014 il partito passò all’opposizione e nel 2017 non riuscì a superare la soglia del 5% per entrare in parlamento.

Suoi impegni prioritari sono la creazione di un’economia di mercato, attenta ad evitare forti squilibri sociali, ed il rafforzamento il sistema democratico armeno.