Elezioni Europee – Noto: cala la Lega mentre cresce il Centrosinistra. M5S fermo al 21%
Marzo 31, 2019
Sondaggio Demopolis – Italiani favorevoli all’accordo Italia-Cina ma temono la concorrenza a basso costo cinese
Aprile 1, 2019

IL GIRAMONDO – Elezioni in Israele: “davka” Netanyahu

 

 

MERETZ

Meretz Logo.svg

Meretz (in ebraico: “Vigore”) è un partito politico progressista di sinistra, fondato nel 1992, membro dell’Internazionale Socialista e dell’Alleanza Progressista.

Meretz fu formato dalla fusione di tre partiti di sinistra: Ratz, Mapam e Shinui. Nelle elezioni del 1992 ottenne 12 seggi su 120, diventando il terzo partito della Knesset dopo il Partito Laburista e il Likud ed entrando a far parte del governo Yitzhak Rabin.

Dopo la sconfitta alle elezioni del 1996, Meretz passò all’opposizione, per poi tornare al governo assieme laburisti dal 1999 al 2001.   Nel 2002 Meretz ha fatto eleggere alla Knesset il primo deputato apertamente  gay della storia di Israele. Negli anni successivi Meretz si è alleata ad altri piccoli partiti progressisti, ma è sempre rimasta una forza minore di opposizione all’interno della Knesset.

Ideologiacamente Meretz è partito di sinistra, ambientalista, laico, economicamente socialdemocratico e socialmente liberale.  E’ a favore della creazione di uno stato palestinese indipendente nei territori occupati e ha tra i suoi principali obbiettivi la giustizia sociale e il rispetto dei diritti umani, in particolar modo delle minoranze religiose, etniche e sessuali.

 

 

GUIDAISMO UNITO NELLA TORAH

United Torah Judaism logo.jpg

Il Giudaismo Unito nella Torah  è un’alleanza tra Degel HaTorah e Agudat Israel, due partiti religiosi di destra rappresentanti degli ebrei Ashkenazi Haredi (ultra-ortodossi)  fondato  nel 1992.

Il partito, nelle varie elezioni in cui si  è presentato, ha sempre ottenuto circa il 4% dei voti, conquistando dai 4 ai 7 seggi nella Knesset. I due partiti sono formati principalmente da seguaci di alcuni prominenti capi rabbinici ortodossi. Molti di loro non riconoscono il moderno stato di Israele in quanto “laico”. Gli ebri ultra-ortodossi sono esentati dal prestare il servizio militare (obbligatorio per gli altri) in quanto “studenti” della Torah. Il partito si è sempre rifiutato di candidare donne in parlamento, dicendo che fare il parlamentare è un lavoro “per maschi”.

Il partito è stato al governo con Netanyahu dal 1996 al 1999, successivamente nei governi di larga coalizione di Barak e Sharon dal 1999 al 2003 e di nuovo con Netanyahu dal 2009 al 2013 e dal 2015 ad oggi.

 

NUOVA DESTRA

Logo of HaYamin HeHadash.svg

La Nuova Destra  è un partito nazionalconservatore, nato nel 2018 da una scissione del partito”La Casa Ebraica”  fondato dal ministro della giustizia Ayelet Shaked e dal ministro dell’educazione Naftali Bennett.   Il partito è contrario alla creazione di uno stato palestinese nei territori occupati ed è nettamente liberista in economia.

 

SHAS

Shas logo.svg

Shas è un partito politico religioso ultra-ortodosso in Israele formato principalmente da ebrei haredi sefarditi e mizrahi, fondato nel 1984 dal rabbino Ovadia Yosef.

Yosef fondò  il partito in contrapposizione al potere degli ebrei ashkenaziti che formavano gran parte della classe di governo del paese, che secondo lui discriminavato gli ebrei sefarditi. Nelle elezioni del 1984 Shas ottenne 4 seggi ed entrò a far parte del governo. Dal 1984 al 2003 il partito è rimasto ininterrottamente al governo sia con coalizioni di centrodestra che di centrosinistra. Nelle elezioni del 1999 il partito ottenne il suo miglior risultato, ottenendo il 13% dei voti ed arrivando terzo, subito dopo Likud e la coalizione laburista. Dopo le elezioni del 2003, vinte dal Likud di Sharon, Shas passò all’opposizione, per poi tornare al governo nel 2006, nel governo di grande coalizione di Olmert.

Dopo le elezioni del 2009, Shas si è unito al governo di larga coalizione di Netanyahu. Nel 2013, ha lasciato il governo dopo che Netanyahu si è accordato con i partiti laici Yesh Atid e La Casa Ebraica, contrari ai previlegi sociali per gli ebrei ultra-ortodossi. Shas è poi tornato al governo dopo le elezioni del 2015 in sostituzione di Yesh Atid.

Il programma del partito punta a proteggere l’eredità religiosa e culturale degli ebrei sefarditi e promuove l’influenza della legge religiosa ebraica nella società israeliana. Economicamente il partito è favorevole all’intervento statale nell’economia e alla protezione dello stato sociale.  Per quanto riguarda la questione palestinese, il partito è favorevole al diritto dei coloni israeliani di construire insediamenti nei territori occupati. Il fondatore di Shas ha definito i palestinesi come ” nemici mortali” di Israele.

Il partito è socialmente molto conservatore e considera l’omosessualità una specie di malattia sociale pericolosa per il futuro di Israele. Shas non ha mai candidato nessuna donna per le elezioni, dato che stare in parlamento sarebbe contrario al loro ruolo “tradizionale”.

Vari leader di primo piano di Shas sono stati negli anni passati condannati per frode e corruzione.

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link